Chi siamo

Costituito nel giugno del 1972, l’associazione ha come missione combattere ogni situazione di emarginazione, povertà e degrado sociale nei Paesi in via di sviluppo.

L’associazione si è sempre conservata laica e indipendente da ogni ideologia politica.

Questi progetti/relazioni hanno come finalità principale l’eradicamento della fame, la lotta all’analfabetismo e l’emancipazione delle popolazioni più povere del mondo.

I progetti finanziati si pongono come obiettivo l’autonomia delle popolazioni locali, che devono essere in grado di continuare autonomamente a sviluppare il programma avviato dall’associazione e il miglioramento delle condizioni di vita delle persone coinvolte, sia come beneficiari, sia come fautori nella realizzazione.

Riteniamo che l’educazione sia il centro per ogni cambiamento positivo così come adesso costituisce il centro del problema. Purtroppo non tutti hanno le possibilità economiche per accedere ai corsi di formazione e spesso i  sistemi scolastici attuati da questi Paesi non preparano la popolazione a essere indipendente.

Dal 1995 il Comitato collabora all’alfabetizzazione offrendo borse di studio e strutture scolastiche, attraverso progetti di adozioni a distanza sostenuti da molti cittadini che hanno accolto con entusiasmo la richiesta di aiuto.

La filosofia che guida i volontari e i vari collaboratori del Comitato è la forte convinzione che bisogna vivere accontentandosi del necessario, che occorre farsi carico dei bisogni e delle sofferenze dei più deboli per collaborare alla loro eliminazione.

Il Comitato di Amicizia è regolarmente iscritto nel Registro Regionale del Volontariato istituito ai sensi dell’Art. 2 della legge regionale n. 31 del 31-5-1993 con decreto n. 1378 Prot. N. SPA/48491/25.11.93