Come operiamo

Il Comitato di Amicizia individua per ogni progetto un responsabile locale che contatta i ragazzi e mantiene i rapporti con le famiglie. Si preoccupa che ogni ragazzo frequenti il corso cui è iscritto e periodicamente fornisce notizie sui progressi ottenuti, o sui problemi che si presentano.

Per la gestione di ogni progetto di scolarizzazione e formazione viene stabilito un finanziamento annuale, che permette l’erogazione di una “borsa di studio” ad ogni ragazzo inserito nel programma.

Al ragazzo, o alla fanciulla, che abbandonano la scuola, viene tolta la borsa di studio e al suo posto viene inserito un altro “borsista”. Questo perché il progetto è finalizzato all’istruzione e alla formazione e non all’assistenza.

A ogni borsa di studio corrisponde un “padrino” che si accolla l’onere del finanziamento della borsa di studio ed al quale periodicamente verranno comunicati i progressi ottenuti, inviato copia della pagella, ed altro materiale concernente l’assegnatario della borsa. L’ammontare della borsa è di  euro 31,00 al mese, vale a dire di euro 372,00 per ogni anno.

“Adozione a distanza” è il titolo di questo progetto, perché con l’erogazione di una borsa di studio si instaura un rapporto a lungo termine con il destinatario della “borsa di studio”.