Progetti di sviluppo e volontariato in Argentina

Il Comitato di Amicizia si occupa, tra i tanti progetti che da lungo tempo lo impegnano anche “sull’uscio di casa”, di alcuni programmi di appoggio alle popolazioni dell’Africa e dell’America Latina, con i programmi contro la fame e di sostegno a uomini, donne e bambini in difficoltà

a causa della povertà. Rosanna Bertazzoli, in particolare, è la responsabile e la coordinatrice dei progetti in Argentina, principalmente nelle regioni del nord-ovest, quelle ai confini con Bolivia e Cile: Jujuy, Salta, Tucumán.

Attualmente abbiamo progetti già operativi a Tucumán, a San Ramón de la Nueva Orán (Salta) e nel Tunalito, nei pressi di Tilcara (Jujuy) e a pochi chilometri dalla Quebrada de Humahuaca, dove è stato realizzato il primo programma di sostegno. La comunità contadina del Tunalito, grazie agli aiuti inviati dall’Italia e all’appoggio dell’amico Federico, argentino, ha potuto dar vita a un largo piano di autoproduzione non solo agricola, ma anche ittica, con l’allevamento di trote, e di accoglienza di chi vuole vedere con i propri occhi e toccare con le proprie mani una realtà di amicizia e ospitalità, pur nella scarsità delle disponibilità economiche e nella fatica di vivere quotidianamente in compagnia di una natura non certo generosissima. Tra qualche mese, infatti, sarà forse possibile anche alloggiare nella nuova struttura aggiunta al salone polivalente – una costruzione di 300 mq realizzata grazie al contributo del Comitato di Amicizia, già in funzione e destinato alle riunioni di tutta la comunità - cioè circa un centinaio di persone. Vilte, il responsabile di questa comunità, e la gente che ne fa parte, vi sorprenderanno per la loro cortesia e per la loro generosità.

Di questa comunità fanno parte anche alcuni bambini che frequentano la scuola del Tunalito, in origine un’abitazione ora adibita a edificio scolastico, le cui strutture soffrono per un lungo periodo di abbandono e, soprattutto, di mancanza di risorse. La prossima tappa sarà proprio la ristrutturazione del fabbricato: il tetto da riparare e le risalite di umidità dal suolo e lungo i muri. Il primo intervento, già realizzato, è stato l’installazione di un sistema di riscaldamento nelle due aule disponibili.

Le difficoltà per questi bambini sarebbero però ancora maggiori se non fosse intervenuta, da subito, la possibilità delle adozioni a distanza. Grazie a questa risorsa e alla generosità di chi, dall’Italia, ha voluto prendersi a cuore i piccoli del Tunalito, ora le possibilità di poter continuare a studiare sono aumentate di molto. Alcuni tra loro, infatti, stanno già frequentando le scuole medie e sono pronti per passare alle superiori.

Un progetto che si annuncia altrettanto interessante è quello che tra poco dovrebbe essere realizzato a Huacalera, dove una comunità di quasi ottocento persone vive con la poca acqua che ha a disposizione per qualche ora al giorno. La fame, infatti, è solo uno degli aspetti delle privazioni che, su questa Terra, l’essere umano è costretto a patire: l’acqua non è davvero un problema minore.

Accanto a questi progetti, e in diretto collegamento con essi, vi è la possibilità di organizzare viaggi di turismo responsabile in tutta l’Argentina. Qualche giorno, quindi, da dedicare a conoscere una realtà diversa da quella dell’Occidente, per vivere uno stile di vita ancora semplice, genuino e sobrio ma, soprattutto, generoso e attento alle persone più che alle cose.